Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Il culatello di ZibelloIl culatello di Zibello

Ti trovi in: Home page > I segreti del gusto

I segreti del gusto

La zona è caratterizzata da inverni freddi, lunghi e nebbiosi, con estati torride ed assolate: la giusta alternanza di periodi secchi ed umidi consente la lenta maturazione dei salumi, durante la quale si sviluppano gli inconfondibili profumi e sapori che hanno reso celebre nel mondo il Culatello di Zibello DOP. Ecco perchè questi Culatelli sono diventati famosi per la dolcezza, la sapidità, la morbidezza che ogni fetta esprime sul palato e vengono apprezzati da chi ricerca i cibi genuini, frutto della capacità, dell'impegno e della passione degli uomini, spinti dall'amore per il proprio lavoro."

Preparazione al consumo del Culatello

  1. Togliere lo spago che riveste il Culatello, quindi asportare la vescica (nel caso fosse molto aderente e secca potete immergerlo per circa 1 ora in acqua a temperatura ambiente per facilitare l'operazione).
  2. Togliere gli spaghi trasversali.
  3. Sciacquare spazzolandolo sotto l?acqua corrente in modo che alla fine risulti pulito.
  4. Asciugare ben bene con un canovaccio.
  5. Se necessario avvolgere in un canovaccio inumidito di vino bianco secco per giorni.
  6. Toglierlo dal canovaccio e con l'aiuto di un coltello affilato eliminare le impurità esterne e quindi affettare sottilmente.

N.B. Dovrà essere servito subito con buon pane antico della zona di produzione, assieme a qualche ricciolo di burro (specialmente nella stagione invernale), abbinato ad un frizzantino secco non troppo aromatico.

Il Consorzio del Culatello di Zibello vi augura buon appetito!